Regno Unito: realizzato trapianto di cuore da cadavere, primo in Europa

208

Giorno dopo giorno la medicina fa sempre più passi in avanti salvando la vita di tante persone, talvolta senza più speranza. Oggi siamo qui per raccontarvi dell’avvenuto trapianto di cuore da cadavere, primo caso in Europa, avvenuto nel Regno Unito.

La notizia è stata diffusa in questi giorni dai quotidiani inglesi ed ha già fatto il giro del mondo; il trapianto è stato portato a termine dal Papworth Hospital nel Cambridgeshire su un uomo di 60 anni che ha ricevuto un cuore da un cadavere e per fortuna il trapianto è perfettamente riuscito e l’uomo adesso è praticamente ritornato alla sua vita. Il protagonista di questa storia è Huluseyin Uca, ovvero un meccanico e trapiantato che vive in un quartiere a nord di Londra, il quale qualche giorno dopo l’intervento ha dichiarato: “Sto bene. Prima del trapianto riuscivo a malapena a camminare, la mia vita era difficilissima. Ora mi sento ogni giorno più forte ed oggi sono andato a piedi in ospedale per un controllo senza nessun problema”.

Regno Unito realizzato trapianto di cuore da cadavere,primo in Europa

«Abbiamo monitorato il cuore pulsante per circa 50 minuti, e controllandolo siamo stati in grado di dire che era in ottime condizioni», ha dichiarato Stephen Grande Large il chirurgo a capo dell’equipe che ha portato a termine il trapianto. “Così potremo aumentare in maniera significativa il numero totale di trapianti di cuore che si fanno ogni anno, salvando centinaia di vite”, ha aggiunto il chirurgo. Il sindaco di Roma, Ignazio Marino ha voluto dire la sua al riguardo, dichiarando:“La legge italiana richiede 20 minuti di cuore fermo prima di poter intervenire per la donazione, mentre le leggi di altri paesi europei, come l’Inghilterra e gli Stati Uniti, prevedono 5 minuti. Se rimane il tetto dei 20 minuti, in Italia non avremo mai la possibilità di utilizzare gli organi perché i tessuti, trascorso quel tempo, saranno già danneggiati”. 

Condividi