Renzi pronto a cambiare la riforma costituzionale

199

Il Premier Matteo Renzi è pronto a cambiare la riforma costituzionale. “L’importante è che si abbandoni il bicameralismo paritario”, ha dichiarato Renzi che tra l’altro è anche favorevole al confronto sul Senato. I Bersaniani d’altro canto chiedono al Presidente del Consiglio di far capire come intende cambiare la riforma costituzionale.Il Premier Matteo Renzi in un colloquio con Repubblica ha dichiarato: “Cambiare la riforma costituzionale? Tornare al Senato elettivo? Per me si può fare. L’importante è che si abbandoni il bicameralismo paritario”. Il Premier ha aggiunto:“Non prenderemo provvedimenti. Non lo abbiamo mai fatto. Nemmeno quando alcuni non hanno votato il Jobs act. Certo, se poi la legge non passa allora il discorso cambia. Eppure io non vedo rischi.Sono una quarantina quelli davvero pronti a fare le barricate. Ma la mia impressione è che i critici siano comunque divisi tra di loro. Ho visto almeno quattro anime diverse dentro la minoranza”.

A queste parole il deputato Pd Pippo Civati nel corso di un’intervista a Qn ha dichiarato: “Non partecipiamo alla fiducia, diciamo no al provvedimento assumendocene le responsabilità. E dopo, se invece di attivare una riflessione politica, loro attiveranno le procedure per espellerci, allora si sarà consumato il divorzio”. “Io non uso il termine scissione, uso il termine diaspora. E’ un popolo che si divide. Quelli che si perderanno saranno senz’altro Fassina e D’Attorre, Bersani e la Bindi, che in queste condizioni non ce la fanno più, casomai non usciranno dal Pd, ma si isoleranno all’interno del partito” ha dichiarato Civati.  

Condividi