Ricattano i clienti dopo i Rapporti con le Squillo

941

Ricattano i clienti dopo i Rapporti con le Squillo: dopo la prestazione chiedevano denaro per non diffondere i video del rapporto


Ricattano i clienti dopo i Rapporti con le Squilloche ricattavano i clienti dopo aver fatto sesso con loro, le ragazze filmavano di nascosto la performance e poi minacciavano i malcapitati di diffondere il video che li avrebbe incastrati e li avrebbe fatti condannare per rapporti sessuali con minori. Nell’ambito del giro di vite che ha infiammato i Parioli un gruppo di tre persone  ha pensato bene di estorcere denaro ai propri clienti, ma è scattata la denuncia.
A condurre le indagini e ad arrestarli sono stati i Carabinieri del nucleo operativo della compagnia Roma Eur, che hanno messo al fresco una escort polacca di 35 anni e sottoposto a fermo due gigolò italiani di cui uno operaio di una azienda.  Questi tre avevano tentato di estorcere ad un uomo ben 40 mila euro, con le minacce di cui sopra, dopo che lo stesso aveva pagato 500 euro per un rapporto a tre con due donne, di cui una a loro detta minorenne. L’uomo ha denunciato il fatto facendo finire ai domiciliari i tre malviventi.

Verrebbe da chiedersi, ok la tentata estorsione, ma al signorotto che ha pagato per divertirsi non succede nulla?

Condividi