Riforma legge Elettorale approvato l’Italicum, l’ok del PD

230

Nella giornata di ieri il Premier Matteo Renzi ha condotto la riunione del Pd dedicata al tema delle riforme e della nuova legge elettorale, che si è svolta ieri pomeriggio presso la sede del Nazareno. “Sostenere che in democrazia non vi debba essere chi decide non è democratico. È pericoloso ed è molto più simile a un concetto anarchico che democratico”, questo quanto dichiarato dal Premier.

Matteo Renzi si auspica che sia l’ultima volta che si discute di legge elettorale in direzione di partito, e per questo motivo ha chiesto che venga effettuata la votazione, che puntuale è arrivata ed ha sancito l’ok del Pd ed ha dato così il via alla relazione sulla riforma della legge elettorale senza modifiche.Il mio auspicio è che questa sia l’ultima direzione in cui si discute di legge elettorale”, ha dichiarato il Premier.

 Riforma legge Elettorale approvato l'Italicum, l'ok del PD

La Direzione approva all’unanimità e sull’Italicum e quindi,come richiesto da Matteo Renzi non tornerà più a riunirsi. “Il modello di riforme che stiamo portando avanti non prevede una dittatura o una ‘democratura’, come qualcuno ha avuto il coraggio di definirle. Èdemocrazia decidente.L’elemento chiave della legge elettorale sarà il ballottaggio, perché chi vince, governa”.Nel corso del pomeriggio Matteo Renzi non ha perso occasione per attaccare Grillo ed a tal riguardo ha dichiarato:“Non è più uno spauracchio, prima iniziavamo sempre le direzioni parlando di lui. Oggi da spauracchio è diventato sciacallo: si butta su tutto ciò che accade nello scenario nazionale e internazionale, anche con dichiarazioni di indecoroso gusto, ma ha perso centralità”.

Condividi