Rimborso pensioni l’Inps: dal 1 agosto al via ai bonus da 800 euro

191
Inps-Richiede-un-Centesimo

Grande notizia per molti pensionati italiani. Arrivano finalmente notizie piuttosto rassicuranti per i tanti pensionati con reddito inferiore a 1.500 euro i quali a partire dal prossimo 1 agosto percepiranno i famosi arretrati tanto discussi. Tali arretrati ammontano a circa 796,27 euro e come già anticipato verranno assegnati a tutti i pensionati i quali risulteranno in possesso di un reddito inferiore a 1.500 euro.

La notizia è stata diffusa direttamente dall‘Inps, che tra l’altro ha anche fornito le istruzioni applicative del decreto pensioni. Tali arretrati o bonus per come viene chiamato dal governo Renzi, comprende nello specifico 210,60 euro di arretrati relativi al 2012, 447,20 euro per il 2013, 89,96 per il 2014 e 48,51 per il 2015, mentre per quanto riguarda il prossimo anno l’assegno mensile percepito dal pensionato sarà di 1541,75 euro.

Le pensioni interessate al rimborso nello specifico sono le seguenti ovvero, quelle che vanno da 3 volte il minimo Inps, ovvero 1500 euro lordi mensili, fino a 6 volte il minimo secondo un meccanismo di gradualità.Ciò che è importante sapere è che tale bonus sarà automatico nel senso che vi verrà fornito automaticamente senza bisogno di presentare alcuna domanda.

Ed ancora l‘Inps ha anche annunciato che per gli anni 2012-2013 viene riconosciuta una rivalutazione del 40% per i trattamenti pensionistici superiore a tre volte il trattamento minino Inps o inferiori a quattro volte il trattamento minimo, e poi del 20% per i trattamenti superiori a quattro volte il minimo e pari o inferiori a cinque volte e del 10% per quelli superiori a cinque volte il minimo e pari o inferiori a sei volte il minimo. 

«Le somme arretrate devono essere assoggettate ad Irpef con il regime della tassazione separata, con esclusione delle somme maturate successivamente al 31 dicembre 2014, assoggettate, invece, a tassazione ordinaria», ha spiegato l’Inps. 

1
2
3
Condividi