Rischio Sars in Italia?

701
rischio-sars-in-italia

Rischio Sars in Italia? in Italia?- Dopo 10 anni la Sars torna a far parlare di sé.


Sars in Italia: Nelle ultime ore 3 nuovi casi di Sars in Italia, il primo ad ammalarsi è stato un uomo di 45 anni che era stato in viaggio in medio oriente e che ha poi contagiato la nipotina di un anno e mezzo e la sua collega.
I tre pazienti vivono a Firenze e stanno via via guarendo.

In Francia, Germania e in Gran Bretagna torna a far capolino la Sars o per meglio dire un suo “cugino”, si tratta del Virus H7H9, un nuovo Coronavirus simile ma non uguale al Virus che esattamente 10 anni fa ha messo in allarme tutto il mondo.

Tutte le persone contagiate tornavano da viaggi in Medio Oriente, secondo quanto riportato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

  • Contagio e Incubazione: Il contagio avviene tramite contatto diretto e ravvicinato con la persona affetta, i primi casi sono stati registrati a Settembre dello scorso anno, 33 le persone ammalatesi. Il periodo di incubazione è di 10 giorni.
  • Mortalità: Il tasso di mortalità di questa malattia è superiore al 50%, come si legge su La Stampa, su 33 malati 18 sono deceduti, ma se la malattia sviluppasse forme più lievi la percentuale scenderebbe.
  • Sintomi: I sintomi della malattia sono assimilabili ad una polmonite o ad una malattia delle vie respiratorie con tosse e/o difficoltà respiratorie accompagnate da febbre piuttosto alta, non esistono terapie specifiche per questo virus.

E la Sars? La Sars in realtà è ben diversa da questa malattia, nel 2003 il focolaio iniziale si è diffuso vicino Canton, nella Provinvia del Guangdong, pare per i pipistrelli fossero portatori iniziali della malattia e che successivamente questa sarebbe passata ad un secondo animale capace di trasmetterla all’uomo.

Questa malattia chiamola per interderci meglio: Sars è stata riscontrata in Italia? Attualmente, si legge ancora su La Stampa, non ci sono casi di persone infette, il Rischio Sars in Italia è quindi scongiurato.

Cosa fare per Evitare il Contagio e il Rischio Sars in Italia?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, invita ad essere vigili e attenti su tutti i casi di infezioni-malattie respiratorie che si manifestano e che potrebbero essere ricondotte a questo virus.

Ma intanto in Cina: In Cina la nuova Sars sembrerebbe essersi diffusa contagiando in pochi giorni 129 persone e provocando 32 morti, nella Provincia di Fujian, sui banchi di un mercato per l’esattezza sarebbero stati trovati polli infetti.
Spiega Eugenia Tognotti, specializzata in Malattie Infettive, che non si può:

Considerare i virus di Cina e Medio Oriente come un problema lontano da noi e che non ci. In un mondo globalizzato anche le malattie sono potenzialmente globali. […] Il livello di attenzione degli organismi sanitari internazionali è alto, anche tenendo conto del tradizionale viaggio alla Mecca che ogni ottobre coinvolge milioni di pellegrini che poi rientreranno nei loro Paesi

Condividi