Roma, narcotizza la ex e la violenta: medico finisce ai domiciliari

363

Roma: Diversi i reati contestati a un medico di 64 anni che è stato messo agli arresti domiciliari, in esecuzione a un’ordinanza emessa dal Tribunale di Roma; questi i dettagli della nuova violenza sessuale ai danni della donna sua ex compagna a scopo di tentata estorsione.

I fatti avvenuti intorno al 24 marzo scorso, quando l’uomo ha pensato di invitare nella sua casa l’ex convivente, una donna romana di 63 anni; l’invito era volto a trascorrere una serata insieme. Dopo cena, però, la donna cade in sonno profondo e al suo risveglio si sente confusa e della cena della sera precedente non ricorda nulla sa solo che si sente una strana sensazione di stordimento.

La donna è tornata a casa sua, ma pochi giorni dopo ha avuto la sgradevole sorpresa di ricevere una telefonata dallo stesso uomo che l’aveva invitata cena,  ma i toni erano tutt’altro che amichevoli; al telefono l’uomo la esorta a consegnargli 4000 euro, altrimenti minaccia mostrerà a tutti il filmino che li mostra insieme mentre fanno sesso in modo spinto, la donna resta allibita e spaventata, ma comprende come mai quella sera si sentiva strana e confusa.

Ma la donna non ci sta e va dai carabinieri a denunciare il tutto, il ricatto, la violenza carnale, l’impropria somministrazione di sostanze farmacologiche; quindi, erta di essere stata narcotizzata, la donna si è rivolta ai carabinieri ai quali ha raccontato la sua vicenda nei minimi dettagli.  A seguito dell indagine, i militari hanno raccolto tutti gli elementi che necessari a d accusare l’uomo e ad arrestarlo.

Condividi