Roma,tassista picchia a sangue un anziano ed il giorno dopo torna al lavoro

446

Incredibile quello che è avvenuto a Roma, dove un tassista ha praticamente picchiato a sangue un anziano per il parcheggio.La vittima è Antonio Cavallaro,un uomo di 64 anni il quale si era fermato davanti una farmacia con la propria auto per comprare delle medicine; in auto con lui il figlio, il quale ha assistito alla scena senza poter far nulla perché affetto dalla sindrome di down.

Purtroppo il tutto è avvenuto in pochissimi minuti, ovvero intorno alle ore 13 quando l‘anziano raggiunge la Piazza Barberini e come già anticipato si è fermato davanti la farmacia per comprare un medicinale per il figlio, ma non trovando parcheggio chiede ai tassisti in fila al posteggio di fermarsi un attimo proprio il tempo di entrare in farmacia e comprare il medicinale. Tutti i tassisti presenti acconsentono tranne uno il quale scende dal taxi e comincia ad urlare contro l’uomo e aggredendolo anche fisicamente.

Roma,tassista picchia a sangue un anziano ed il giorno dopo torna al lavoro

L’uomo cade per terra, senza possibilità di reagire, perché una volta caduto per terra ha rimediato una frattura alla mascella e gli si è spezzata la gamba. Trasportato immediatamente in ospedale, e nello specifico al San Giovanni, l’uomo è stato ricoverato anche se le sue condizioni sono ancora piuttosto gravi. Al momento, infatti, l’anziano si trova in terapia intensiva. Poche ore dopo, intanto, l’uomo è stato identificato dagli agenti del Commissariato Castro Pretorio guidato da Eugenio Ferraro.Da quanto emerso, il tassista già lo sorso anno aveva preso a cazzotti un collega e per questo mandato via dal lavoro.Ma purtroppo, oggi la situazione è del tutta diversa, visto che l’uomo dopo l’aggressione è tranquillamente tornato al lavoro, perché da quanto spiegato dal Dipartimento la legge per i tassisti prevede un iter più complicato e richiede tempi molto più lunghi.

Condividi