Sardegna, maxi operazione dei carabinieri e GDF per appalti truccati

783

Una Maxi operazione dei Carabinieri e della Guardia di Finanza in tutta l’Isola che ha visto coinvolti alcuni tecnici comunali e professionisti. Sono finiti nell’inchiesta anche sindaci e funzionari della Procura di Oristano tutti esperti del settore; nel calderone finiti anche geometri e geologi quali amministratori ma che nei paesi guidati dai loro amici e presunti complici indossavano la casacca da progettisti.

Sono state dunque emesse 21 ordinanze di custodia cautelare per una serie di reati legati a irregolarità sulla gestione degli appalti e degli incarichi di vari Comuni.Finiti in carcere il sindaco di Belvì (Nuoro), Rinaldo Arangino, di 43 anni; il vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici del comune di Ortueri (Nuoro) Pietro Crobu, 50 anni; la responsabile del servizio tecnico del comune di Gadoni (Nuoro) Simona Vacca, 39 anni; il sindaco di Tonara (Nuoro) Pierpaolo Sau, di 53 anni; il sindaco di San Giovanni Suergiu (Carbonia Iglesias) Federico Palmas, di 41, e il responsabile del servizio tecnico dello stesso comune Beniamino Pilia, di 54; il vice sindaco di Villasalto (Cagliari) Francesco Cotza, 54 anni; Salvatore Paolo Pinna, 62 anni di Desulo (Nuoro), rappresentante della Essepi Engineering srl; Francesco Chessa, 56 anni di Irgoli (Nuoro), rappresentante della Ediligica srl; Gian Paolo Porcu, 44 anni di Belvì.

L’inchiesta nello specifico è partita da un paese nel Nuorese dove i carabinieri stavano indagando sulla gestione di alcuni appalti comunali e nel giro di poco tempo hanno portato alla luce un giro di appalti comunali che hanno portato alla scoperta di un sistema ben ramificato. Le indagini hanno anche portato alla scoperta di un sistema ben ramificato e tante e diverse infiltrazioni in diverse zone della Sardegna, sono state portate alla luce.Complessivamente sono 44 gli appalti irregolari individuati dall’inchiesta della Procura della Repubblica di Oristano sulla spartizione degli incarichi professionali in una quindicina di comuni nel nuorese. L’ultimo risalirebbe al 26 marzo scorso quando l’indagine della Guardia di Finanza di Oristano e dei Carabinieri della Compagnia di Tonara era sulla dirittura d’arrivo. Assegnato un valore approssimativo agli incarichi assegnati, un valore di circa 850 mila euro. 

Condividi