Selvaggia Lucarelli insultata da un legista “Zitta pu**ana”

384

Nella giornata di mercoledì la nota giornalista ed opinionista Selvaggia Lucarelli sul proprio profilo Facebook ha aggiunto una fotografia nella quale si vedeva una bambina immigrata annegata con un commento dove la Lucarelli ha scritto: “Lascio a voi decidere se era una cellula Isis, l’ennesima delinquente o colei che veniva a rubarci il lavoro. Magari Salvini lo sa”. Da quel momento in tanti hanno commentato questo post, tanti i commenti negativi tra i quali quelli di Giuseppe Grasselli il candidato sindaco della Lega Nord a Canossa in provincia di Reggio Emilia che sulla pagina Facebook del gruppo “Sei della Lega Nord se..” rivolgendosi alla giornalista ha scritto “Zitta pu**ana”. Il commento ovviamente non è passato inosservato alla giornalista la quale ha replicato con un post nel quale scrive”Matteo Salvini e Canossa riflettano un bel po’ sulla sua candidatura”.

La Lucarelli, indignata per l’accaduto nel corso della sua trasmissione radiofonica su M20, ha chiamato a sorpresa il legista non dichiarando subito di essere la Lucarelli e chiedendo lui di esprimere un commento sugli insulti rivolti a Gianni Morandi per un post a favore degli immigrati. Grasselli, il legista a questo punto risponde:“L’offesa a livello personale e familiare non sta mai bene. Mi dissocio sicuramente. L’offesa non esiste e non deve essere”. A questo punto la Lucarelli si fa riconoscere e chiede il perchè allora lui si sia rivolto in quel modo; il legista imbarazzato risponde:“Posso esprimere una mia opinione, so anch’io che non sta bene”, e la Lucarelli ribatte:”Zitta pu**ana’ è un’opinione?Lei non si deve permettere di scrivere ‘zitta pu**ana’. A questo punto Grasselli non ha potuto far altro che chiedere scusa dichiarando: “E’ sbagliato, certe cose vengono scritte in momenti di esasperazione”. 

Condividi