Silvio Berlusconi, lettera di addio alle olgiettine

474

Silvio Berlusconi non finisce mai di stupire e lo ha fatto anche in questi giorni, in seguito alla pubblicazione di una lettera che lo stesso avrebbe scritto e spedito alle ragazze che a quanto sembra gli tenevano compagnia durante le cene organizzate proprio dall’ex premier nella sua Villa di Arcore.

E’ emerso, sempre in questi giorni che il leader di Forza Italia avrebbe anche elargito ingenti somme di denaro a queste ragazze, per un totale di 2 milioni di euro in quattro anni. Una lettera, con la quale dice addio alle “olgiettine” quella di Berlusconi e che lo stesso ha deciso di spedire alle 20 ragazze coinvolte nell’inchiesta riportando la data del 29 dicembre 2013.

“Cara, sarai venuto a conoscenza che da alcune settimane sono state depositate le motivazioni relative agli incredibili processi sulle cene in casa mia. Inutile dirti che non c’è nessun riguardo per te e per gli altri ospiti delle nostre cene e che continua su di noi l’ignobile denigrazione che tutti abbiamo assurdamente dovuto subire”, queste le parole con le quali Berlusconi aveva introdotto la famosa lettera. “I miei legali, pur comprendendo la generosità e l’altruismo della mia iniziativa mi invitano con assoluta determinazione, a non continuare con il sostegno economico mensile, perchè si potrebbe attribuire al mio aiuto e alla mia accettazione una finalità diversa da quella reale. Per queste ragioni sono obbligato a sospendere da gennaio ogni mio contributo…Mi spiace, mi spiace tanto. Spero, a processo finito, di poterti rivedere e riabbracciare. Ti voglio bene. Silvio”, avrebbe aggiunto nella lettera l’ex Premier. 

Condividi