Siria, bambina simbolo della guerra in Siria che ha commosso il mondo

516

Ha fatto il giro del mondo la fotografia che ritrae una tenera bimba con lo sguardo angosciato, il terrore negli occhi e le braccia alzate vero l’alto, tipiche di quando qualcuno si arrende.

E’ questo il simbolo di una terribile guerra, quella che sta avvenendo in Siria, dove purtroppo circa 5 milioni di bambini sono coinvolti anche in prima persona purtroppo, trovandosi spesso arruolati e costretti ad utilizzare le armi sin da piccolissimi. Ma la bambina perchè è così terrorizzata? A raccontare come siano andate realmente le cose ci ha pensato il fotografo turco Osman Sagirli, ovvero colui il quale ha scattato la fotografia in questione, storia raccontata in un articolo che prende il titolo di ” The photographer who broke the internet’s heart”.

Siria, bambina simbolo della guerra in Siria che ha commosso il mondo

«Avevo una macchina fotografica con un teleobiettivo ingombrante e la piccola, scambiandolo per un’arma, ha alzato le mani in segno di resa». Pensava che le avrei sparato», ha raccontato il fotografo turco. Un racconto che fa tanta tenerezza ma anche tanto riflettere, perché solitamente i bambini alla vista di una macchina fotografica,ridono o al massimo provano imbarazzano ma sicuramente non ne hanno paura, ma la piccola invece pensava fosse un’arma e con quel dolce visino semplicemente dire “Non spararmi”.La foto in questione è stata scattata lo scorso mese di dicembre nel campo profughi di Atmeh, in Siria vicino alla frontiera turca e la bimba in questione ha soltanto 4 anni. Come già anticipato la foto ha fatto il giro del mondo e nel giro di pochi giorni ha ottenuto 14.000 retweett.  

Condividi