Spese Detraibili: Cosa portare in detrazione?

    2277

    Una delle tematiche più importanti a cui far fronte negli ultimi decenni, riguarda proprio le spese che dobbiamo affrontare ogni giorno, sul versante delle pratiche diventate obbligatorie nella nostra vita quotidiana.

    Giusto per citarne alcune, tra le spese più importanti possiamo parlare di spese mediche, spese dell’affitto, ma anche i semplici acquisti e le spese che si affrontano per avere un figlio con le relative tasse scolastiche.

    Come ben sappiamo abbiamo una copertura su tutte queste spese ed abbiamo, grazie alle nuove formule messe in vigore, la possibilità di detrarre ogni singola spesa per provare a prendere “boccata d’ossigeno”.

    Grazie anche a delle assicurazioni sulla vita, abbiamo la possibilità di detrarre una piccola parte dei nostri soldi. Non dimentichiamoci neppure del nostro amico a quattro zampe: nonostante siano di interesse meno frequente, ci sono anche le spese veterinarie, dell’acquisto di un’immobile, ma anche le spese funebre.

    Vogliamo ricordare che le spese detraibili si possono effettuare grazie alla compilazione del modello 730, che possiamo ottenere in qualsiasi CAF della nostra città.

    Spese Detraibili – Cosa si può Portare in Detrazione? Ecco l’elenco per casa e famiglia

    Spese Detraibili Sanitarie: Si possono detrarre tutte le spese mediche dalle generiche, alle specialistiche comprese quelle farmaceutiche sui farmaci che lo consentono. Il rimborso equivale al 19% della Spesa totale lorda meno 129.11 euro. Per spese superiori ai 15.493,71 euro, la detrazione può essere ripartita in 4 rate annuali di identico importo.

    Per portare in detrazione queste spese è necessario conservare tutti gli scontrini e le ricevute.

    Spese Detraibili Casa: 
    Portare in Detrazione il Mutuo, anche qui sono detraibili in misura del 19% gli oneri e gli interessi passivi fino ad un massimo di 4000 euro, solo per la prima casa

    Detrazione dell’Affitto: le spese di detrazione dell’affitto per un importo complessivo di 300 euro con redditi fino a 15.493,71 estendibile fino a 991,60 euro per i giovani fino a 30 anni, detrazione di 150 euro per i redditi fino a 30.987,41 euro

    Canoni di affitto a canone convenzionato la cifra sale a 495,80 euro per i redditi che non superano i 15.493,71 euro e 247,90 euro per chi ha un reddito fino a 30.987,41 euro.

    Per i lavoratori che hanno spostato la residenza ad almeno 100 km dalla precedente si possono detrarre fino a 991,60 euro o 495,80 tenendo conto delle fasce di reddito suddette.

    Anche gli studenti possono detrarre il canone di locazione se studiano in un comune diverso da quello di residenza, riconosciuto dall’università come studente fuori sede la detrazione può arrivare a 2633 euro, pari al 19% dell’importo.

    Figli a carico di uno o entrambi i genitori, si possono detrarre in misura del 19% spese per:

    – Asili Nido fino a 632 euro per i figli fino a 3 anni
    – Spese per piscine, palestre e attività sportive fino a 210 euro per i figli dai 5 ai 18 anni
    – Spese per università, scuole secondarie medie e superiori

    Altre spese da detrarre: 
    Assicurazioni sulla vita fino a 1291,14
    – Spese veterinarie fino a 387, 34 euro tolta la franchigia di 129,11 euro
    Spese funebri fino a 1549,37 euro
    – Compensi per le agenzie immobiliari sull’acquisto della casa

    Leggi anche:

    Bonus Bollette 2013
    Bonus Maternità 2013

    Condividi