Stadi, Polizia, Web-Tax: novità nella legge di stabilità

1448

Legge di Stabilità: Stadi, Polizia e Web-Tax

Il governo ha presentato degli interessanti emendamenti alla legge di stabilità così come varata dal Senato. In primis, le nuove disposizioni prevedono uno stanziamento di ben 45 milioni di euro nel prossimo triennio per la costruzione di nuovi stadi, per il tramite dell’Istituto per il credito sportivo.
I fondi saranno accompagnati da nuove norme in materia, riguardo specialmente alla sicurezza degli impianti e degli spettatori. Importanti poi potrebbero rivelarsi gli stanziamenti in più a favore delle Forze di Polizia, una “priorità” secondo il Ministro Alfano. Dovrebbero essere così suddivisi: 100 milioni andranno a raddoppiarne il fondo per l’efficienza istituzionale; 149 milioni, già previsti nella prima versione della legge, saranno per gli straordinari; cui si aggiungono altri 38 milioni destinati alla specificità delle spese di sicurezza legate ad Expo 2015.

Novità anche sul fronte bonus bebé, con 30 milioni di nuovi aiuti. Secondo le prime indiscrezioni, sono previsti finanziamenti anche per gli esodati, per le pensioni degli autonomi nonché per completare la metanizzazione nel meridione.
Infine, pare che il pagamento della mini-rata IMU verrà differito dal 16 al 24 gennaio. Si discuterà ovviamente anche di come racimolare i fondi su indicati.
Il PD ha proposto di risolvere i contenziosi legati ai canoni del demanio marittimo tramite una sanatoria di berlusconiana memoria. Si tratta dei procedimenti giudiziari pendenti alla data del 30 settembre 2013, che potranno essere estinti pagando in un’unica soluzione il 30% delle somme dovute oppure il 70%, ma con una rateizzazione in nove anni.
Il governo sta discutendo inoltre di una eventuale Web-Tax, destinata sicuramente a far discutere, poiché renderebbe più restrittive le norme sul diritto d’autore riguardo alla fruizione delle opere tramite Internet.

Condividi