Una Stella Marina a 19 Braccia a Taranto, la bufala del Corriere del Mattino

4151

Una Stella  Marina a 19 Braccia a Taranto, la bufala del Corriere del Mattino, ad occhio e croce la terza cavolata sparata nell’ultimo mese.


Una Stella Marina  a 19 Braccia a Taranto, per correttezza riportiamo l’articolo (clicca sull’immagine per leggere, puoi ingrandirla e quando hai finito di leggere premi esc) onde evitare la sua cancellazione in seguito allo smarcheramento della bufala. Bene, avete letto tutto? Tutto chiaro?

Untitled

 

In primis Dottor Golconti, un biologo marino si legge, che non esiste da nessuna parte, non compare su wikipedia, non compare sul sito dell’ordine nazionale dei biologi italiani.

Ora qualcuno dirà, cercando su Google compare e compare anche la sua scoperta della stella marina a 19 braccia trovata nel mare di fronte a Taranto.
Brevemente vi dico che quel che viene fuori quando fate una ricerca su Google è una serp, in parole semplicissime vengono raggruppati qui tutti gli articoli e le immagini che contengono al loro interno questa parola chiave, nel nostro caso Vincenzo Golconti Biologo, ovviamente troverete una serie di articoli che riportano la notizia ripresa, in tempi successivi, dal corriere del mattino.
Una serp si può creare, posso inventare una parola nuova e pian piano lavorarci sopra, se creassi la parola xuxuaquuccuahushauhsuausuhsahuashuadncienjxcjdjsajs e la citassi più volte in più articoli piano piano uscirebbe fuori sui motori di ricerca. In questo caso hanno inventato un nome.

Andiamo oltre, qui si legge che la stella è un esemplare di  l’Asteroidea Phylum Echinodermatamutata in seguito al fortissimo inquinamento del mare. Ha 19 braccia, nulla di straordinario per un biologo marino, che dovrebbe sapere che in realtà esistono 1500 tipi di stelle marine, dalle forme più disparate.
In questo caso, non si tratta di nulla di straordinario, non si tratta di una mutazione di genetica, ma di un delizioso esemplare di Stella Marina Girasole o Sunflower seastar, nota anche come Pycnopodia helianthoides una stella che vive nel Nord del Pacifico, caratterizzata da un numero di braccia che va da 16 a 24, con caratteristiche predatorie.

Provate a digitare su google questa specie di stella, vedrete quante stelle “mutate” nel mare su cui si affaccia Taranto compariranno.
(Si tenga presente che comunque nessuno vuole negare la presenza di sostanze inquinanti prodotte dallo stabilimento dell‘Ilva.)

Beh nel loro intento riescono sicuramente ovvero quello di attirare visitatori, non l’hanno scampata neanche questa volta, come quando hanno messo in giro la storia dei microchip per i nuovi nati.

Condividi