Stop ai vitalizi per i parlamentari, arriva l’ok del Pd

1080

Potrebbero essere aboliti con una delibera approvata dagli Uffici di Presidenza di Camera e Senato i vitalizi ai parlamentari e per poter realizzarsi tutto ciò non è determinante emanare una legge ad hoc. Finalmente dopo mesi di polemiche e discussioni è arrivato l’ok del Partito democratico alla procedura e così forse il provvedimento che più volte è stato rimandato potrà essere approvato. La votazione, tra l’altro dovrebbe avvenire il 7 maggio prossimo; a tal riguardo il Presidente del Senato Piero Grasso ha dichiarato: “E’ un atto fondamentale per ridare dignità alle istituzioni. E’ un atto concreto per ricostruire fiducia tra politica e cittadini”.La decisione è scaturita nel corso di una riunione riservata alla quale hanno partecipato i rappresentanti del Pd nelle due Camere con i presidenti Pietro Grasso e Laura Boldrini che si è tenuta proprio nella giornata di ieri a Montecitorio.

Tali delibere nello specifico non consentiranno più l’erogazione del vitalizio in favore degli ex parlamentari condannati in via definitiva per reati gravi. Grande soddisfazione espressa dal questore al Senato del Movimento 5 Stelle,Laura Bottici che ha dichiarato: “Ci auguriamo che la delibera convenuta tra i Presidenti di Camera e Senato e il Pd includa tutti i reati previsti dalla proposta fatta dal Movimento 5 Stelle già a giugno 2014 e poi ripresa dal presidente Grasso. Non vorremmo che l’accordo raggiunto mantenesse i vitalizi per alcune fattispecie di reato, come ad esempio l’abuso d’ufficio. Il M5S ha chiesto e continua a chiedere la revoca dei vitalizi per tutti coloro che sono stati condannati in via definitiva a prescindere dalla tipologia di reato“.

Condividi