Tutti i Suggerimenti Cura Orchidea

    1452

    Suggerimenti Cura Orchidea – Ecco come prestare le giuste attenzioni a questa Splendida Pianta.


    Si sta parlando dei Suggerimenti Cura Orchidea “Phalaenopsis”, una pianta deliziosa proveniente da Indie Orientali, Indonesia, Australia e Filippine.

    Le foglie di questa pianta, grandi ed in qualche caso anche brillanti, sono importantissime per la vita dell’Orchidea stessa, perché costituiscono l’unico organo in grado di immagazzinare acqua.

    Tra tutti i Suggerimenti Cura Orchidea, bisogna prestare molta attenzione alle radici della pianta, in quanto queste sono numerose e grandi, essenziali per l’Orchidea. Perciò, quando questa si trapianta, occorre averne, al fine di non danneggiarle.

    I bellissimi fiori dell’Orchidea sono anch’essi grandi, quasi tutti i sepali sono simili tra loro e i petali in genere sono più grossi dei petali.

    Bisogna sottoporre sempre la pianta ad una temperatura calda, tra i 24°C e i 17°C e di farla stare in un posto arieggiato ma privo di correnti d’aria.

    La luce per l’Orchidea deve essere abbastanza, anche se non diretta, quindi magari potrebbe essere sistemata in un luogo molto luminoso ma protetta da una tenda.

    In genere, tra i Suggerimenti Cura Orchidea c’è quello di annaffiarla una volta durante la settimana d’inverno e due volte d’estate, ma la situazione è variabile in base ad esempio alla grandezza del vaso che se è molto piccolo tende a divenire asciutto in modo molto più veloce.

    Inoltre, bisogna sempre mettere l’acqua di mattina e non farla ristagnare tra le foglie, le quali andranno spruzzate con dell’acqua non calcarea circa una volta al giorno.

    Forse potrebbe interessarti anche: Lavaggio Lana Corretto in Poche Mosse

    L’Orchidea ha bisogno del 70% circa di umidità, dunque bisognerebbe controllare il luogo in cui si mette la pianta e nel caso fosse necessario dotare i termosifoni di umidificatori.

    Sempre fra i Suggerimenti Cura Orchidea è importante dare attenzione alla concimazione, che ad esempio durante la primavera deve essere fatta una volta ogni 15 giorni, magari con un concime contenente 30 parti di Azoto, 10 di Potassio e 10 di Fosforo.

    In autunno, invece, occorrerebbe concimare l’Orchidea  con un concime contenente 10 parti di Azoto, 30 di Potassio e 20 di Fosforo.

    Nelle altre stagioni, la concimazione deve avvenire con un concime di formula bilanciata, ovvero 20:20:20.

    Bisogna sempre avere cura di come sciogliere il concime, cioè in acqua d’irrigazione con un rapporto di 1 gr ad 1 lt.

    Per rinvasare la pianta, occorre farlo quasi sempre durante la primavera,bagnando il substrato, avendo cura delle radici come accennato prima, togliendo le radici morte; inoltre, è meglio fare il rinvaso usando un terriccio già preparato per l’Orchidea, avendo premura di non far ristagnare l’acqua. Dopo aver rinvasato è consigliabile non mettere acqua per 7 giorni.

    Le Orchidee fioriscono magnificamente circa due volte l’anno, spesso nei mesi invernali, ma non ci sono cadenze fisse e quando purtroppo i fiori si seccano è consigliabile tagliare lo stelo, anche se non tutti la pensano così.

    Infine, è doveroso ricordare che l’Orchidea, splendida pianta, è sfortunatamente molto sensibile ai parassiti, quindi anche a questo elemento bisogna prestare particolare riguardo.

    Forse potrebbe interessarti anche: A bagnomaria, Usi e Consigli

     

     

    Condividi