Tenta di rubare cavi di rame, provocando blackout a Parma. Gravi le sue condizioni

2545

Strano blackout avvenuto nella città di Parma intorno alle 21.25 di ieri. La città di Parma e non solo, anche un’ampia porzione di provincia da Collecchio e Sala Sorbolo, da Langhirano e Fornovo e Varano sono state colpite improvvisamente da un blackout. Inizialmente si è ipotizzato che un fulmine fosse caduto sulla centrale elettrica di Vighelfio, ovvero lo snodo centrale della rete parmense visto che proprio nella serata di ieri la zona era stata colpita da un forte temporale. Poco dopo si è appreso che il temporale e nello specifico il fulmine non aveva provocato praticamente nulla,ma il blackout era stato provocato da un tentato furto di rame nella zona. La notizia è stata diffusa direttamente dalla Terna, ovvero la società che gestisce gli elettrodotti italiani, secondo la quale un ladro avrebbe tentato di rubare alcuni fili di rame, tentato perchè nel tentativo di furto sarebbe rimasto folgorato a causa di alcuni cavi dell’alta tensione.

L’uomo del quale al momento non si conoscono ancora le generalità si sarebbe introdotto nei locali per rubare dei cavi elettrici ma a quanto pare ha toccato apparecchiature sotto tensione ricevendo una scarica. Tale incidente, dunque, ha mandato in tilt l’intera rete di rifornimento a 132mila volt che serve la città emiliana, che ha messo fuori servizio anche le altre quattro cabine di trasformazione primaria che riforniscono le utenze di Parma gestite da Iren. Giunti sul posto i soccorsi e gli uomini del 118 che hanno prestato le prime cure all’uomo che al momento si trova ricoverato presso l’Ospedale Maggiore di Parma; le condizioni dell’uomo sono state giudicate di estrema gravità, bisognerà attendere le prossime ore per avere ulteriori informazioni.

Condividi