Tim Cook offri un pezzo del suo fegato per salvare Steve

276

Il CEO di Apple, Tim Cook,  ha dato una parte del suo fegato per salvare la vita di Steve jobs quando aveva bisogno di un donatore. Lo rivela Brent Schlender e Rick Tetzeli nel suo libro “Becoming Steve Jobs: La rivoluzione di un Upstart Reckless in un leader visionario”.

Il libro non va in vendita fino al 24 marzo, ma il blog  Fast Company è stato  in grado di accedere ad alcuni frammenti. Questo è ciò che Rick Tetzeli Schlender e scrisse, secondo Fast Company:Steve-Jobs-disse-di-no-al-trapianto-di-fegato-di-Tim-Cook

“Un pomeriggio, Cook, fece una ricerca, ed ha scoperto che una persona vivente può donare parte del suo fegato per qualcuno che ha bisogno di un trapianto. Ogni anno negli Stati Uniti 6.000 trapianti di fegato da donatori viventi e il tasso di successo del donatore vengono eseguite e recettore è alta. Il fegato è un organo che può rigenerare. La parte trapiantato nel ricevente crescere ad una dimensione funzionale, ed il fegato lasciato al donatore cresce anche “.

Cook ha offerto parte del suo fegato per Jobs, ma lui ha rifiutato, e nel libro dice: “No, io non ti permettono di farlo”, ha detto Jobs a Cook.

“Una persona egoista avrebbe risposto in un’altro modo, era un uomo che stava morendo, era molto vicino alla morte a causa di un problema al fegato e qualcuno sano gli offriva una via d’uscita. Ho detto a Steve che io ero completamente sano facendogli vedere il referto medico, quindi posso aiutarti senza mettere in pericolo la mia vita. “Ma lui ha detto di no. Steve mi ha zittito quattro o cinque volte nel corso dei 13 anni che sono stato con lui, e questo è stata una delle poche volte “.

Secondo la biografia di Steve Jobs da Walter Isaacson, pubblicato nel 2011, Steve Jobs si recò a Memphis per ricevere un trapianto di fegato.

Condividi