Travaglio e Parto in Acqua: il Parere dell’Esperta

2313
travaglio-e-parto-in-acqua

L’esperta Spiega Tutto Quello che c’è da Sapere su Travaglio e Parto in Acqua.

travaglio-e-parto-in-acquaDa tempi lontanissimi l’Acqua è associata all’ostetricia. Fin dall’epoca degli antichi Egizi, Tueret era la divinità che aveva il compito di  proteggere le Donne Incinte e il sonno dei Bambini Piccoli.

Infatti, L’iconografia antica la mostra come un Ippopotamo in gravidanza. La dea Heket era poi la divina ostetrica dell’antico Egitto, era la protettrice della nuova vita, rappresentata come una Rana o una Donna con il Capo di Rana ed era invocata per proteggere il Parto.

Nei tempi odierni, questi sono i Vantaggi  del Travaglio e Parto in Acqua per la mamma:

  1. Permette alla mamma di trovarsi in uno spazio intimo
  2. La mamma può inoltre muoversi facilmente e adottare posizioni libere
  3. L’Acqua aiuta la mamma a risparmiare energie preziose per il Parto: l’immersione, infatti, riduce la forza di gravità e sostiene tutto il peso della donna
  4. Con Travaglio e Parto in Acqua c’è una diminuzione della pressione sulla vena cava a sull’aorta e questo comporta una migliore ossigenazione delle fasce muscolari dell’utero e quindi anche del feto
  5. Allenta il tono muscolare a favore di un rilassamento veloce e profondo
  6. Facilita la dilatazione del collo uterino rilassando anche il pavimento pelvico. Inoltre, l’acqua ha un’azione emolliente sui tessuti molli dei genitali e questo potrebbe diminuire la percentuale di lacerazioni durante il parto
  7. Durante la pausa tra una contrazione e l’altra la donna riesce a riposare
  8. Facilita la respirazione della donna grazie all’umidità dell’aria, che aiuta anche le donne asmatiche
  9. L’acqua riduce la percezione del dolore grazie alla libertà di movimento, alla leggerezza e grazie ad una maggior produzione di endorfine
  10. La stimolazione sensoriale provocata dal tatto e dal calore dell’acqua sul corpo materno può ridurre o sbarrare il passaggio degli stimoli dolorosi. Infatti, gli impulsi tattili vengono trasmessi più velocemente di quelli relativi al dolore e si pensa abbiano un effetto di attenuazione del dolore prima che raggiunga il cervello

Vantaggi del Travaglio e Parto in Acqua per il neonato:

  1. Il bambino riceve gli effetti positivi della mamma
  2. L’ambiente acquatico consente al bimbo di entrare nel mondo esterno in modo più agevole, diminuendo il trauma della nascita
  3. Il Bambino Riceve più ossigeno

Travaglio e Parto in Acqua: chi e quando?

  • Tutte le donne che lo vogliono e con una gravidanza a decorso normale e a termine
  • Le donne che soffrono di Asma
  • Le donne obese e/o disabili
  • Le donne con molta tensione muscolare e dolore lombare
  • Le donne ansiose
  • le Donne  con un travaglio con contrazioni intense, frequenti con brevi pause
  • Per l’immersione in acqua il travaglio deve essere nella fase attiva (contrazioni regolari, valide, dilatazione di 3/4 cm circa).

Quando non affrontare il Travaglio e Parto in Acqua?

  • Una donna che non si sente a suo agio in un ambiente acquatico
  • Età gestazionale inferiore alle 37 settimane
  • Anomalie del battito cardiaco fetale
  • Liquido tinto di meconio
  • Iperpiressia materna in travaglio
  • Malattie infettive: Hb SAg, HCV,HIV

Come affrontare il Travaglio e Parto in Acqua?

  • L’acqua della vasca deve avere una temperatura di 36°-37°
  • Il livello dell’acqua deve essere almeno al livello del seno della mamma
  • La donna deve essere libera in qualsiasi momento di decidere di voler uscire dalla vasca qualora questa le crei qualsiasi tipo di disagio

Cosa è necessario portarsi?

  • Portare un accappatoio
  • Possibilità di portare il reggiseno del costume se non si vuole rimanere completamente nude durante il Travaglio e Parto il Acqua

Hai qualche Dubbio? Connettiti con il Nostro Forum, le Esperte sono pronte a risponderti!

Forse potrebbe interessarti anche:

nuoto-in-gravidanza

Nuoto in Gravidanza

Nuoto in Gravidanza- Un’attenzione particolare va rivolta alle attività in acqua, perchè sono le più indicate per le donne in dolce attesa. Durante i nove mesi, svolgere attività fisica in acqua infatti, è particolarmente piacevole e rilassante.

Condividi