Tunisi, arrestato il responsabile dell’attentato al museo del Bardo

234

Arrestato nella giornata di ieri il leader della cellula terroristica, ovvero il responsabile dell’attentato avvenuto a Tunisi lo scorso mercoledì, al noto museo del Bardo.

L’annuncio dell’arresto è stato dato da Rafik Chelli, ovvero il segretario di stato al Ministero degli Interni.Si tratterebbe di un tunisino residente in Belgio, almeno questo è quanto emerso dalle indagini. Il tunisino che avrebbe organizzato l’attentato di mercoledì scorso sarebbe legato alla brigata tunisina Okba Bin Nafaa, diretta dall’algerino Lokman Abou Sakher che pochi mesi fa avrebbe giurato fedeltà allo Stato Islamico.La cellula in questione avrebbe poi fatto quattro gruppi, il primo avrebbe avuto il compito di individuare gli obiettivi e reperire le informazioni, il secondo avrebbe dovuto reperire le armi e gli esplosivi, il terzo invece si sarebbe dovuto interessare dell’azione vera e propria, mentre il quarto avrebbe dovuto filmare l’attentato e poi diffonderlo sulla rete.

Tunisi, arrestato il responsabile dell'attentato al museo del Bardo

  «La cellula mesi fa ha incontrato il terrorista algerino Luqman Abu Sakhr, leader del gruppo Uqba Ibn Nafi che di recente ha siglato un’alleanza con lo Stato islamico», ha confermato il ministero degli interni tunisino. “L’Ue è decisa a rafforzare la sua cooperazione con la Tunisia nella lotta contro il terrorismo, tramite un dialogo politico ma anche progetti concreti, nell’ambito di un sostegno più ampio alla riforma del settore della sicurezza”,questo quanto si legge in un recente rapporto di Bruxelles dedicato alle relazioni con i Paesi partner ai confini del Vecchio Continente. Intanto dopo l’attentato in Tunisia, le misure di sicurezza sono state molto rafforzate ed il capo della polizia è stato licenziato. 

Condividi