Un giudice brasiliano ha chiesto agli operatori del paese di interrompere l’uso di WhatsApp

241

Un giudice brasiliano ha stabilito di bloccare l’applicazione messaggistica WhatsApp appartenente a Facebook, accusandola di avere rifiutato di cooperare con un’indagine di polizia nello stato di Piaui nel nord-est del paese.La decisione è stata presa dal giudice Luiz Moura Correa, secondo il giudice nel 2013 WhatsApp si è rifiutata di collaborare con la polizia civile. Pertanto, il rifiuto di interrompere il servizio, come misura precauzionale dall’azienda stessa,ha fatto si che il giudice Luiz Moura ha chiesto agli operatori che operano in Brasile di sospendere il servizio WhatsApp. whatsapp-telefono

Tale richiesta è motivata da un’inchiesta giudiziaria che ha portato ad  un gruppo di pedofili i quali sono stati sorpresi nel condividere immagini di bambini . Il commissario generale del Piaui, Riedel Batista ha riferito:” non sappiamo quando e per quanto tempo non si dovrà interrompere il servizio di messaggistica”. Il provvedimento del giudice verrà annullato quando WhatsApp fornirà tutte le informazioni richieste per le indagini.

Condividi