Università di Torino:amianto al Palazzo Nuovo, indagato il rettore

238

Chiusa per 15 giorni la sede delle facoltà umanistiche nel pieno centro della città di Torino fino al 27 aprile dunque. La decisione è stata presa dallo stesso Ateneo di Via Verdi in seguito all’ispezione avvenuta nella giornata di mercoledì, controllo a sorpresa e soprattutto in seguito all’avviso di garanzia pervenuto al rettore dell‘Università, GianMaria Ajani iscritto nel registro degli indagati per omissione dolosa di cautele nell’ambito dell’indagine sulla presenza di amianto. La decisione di chiudere l‘Università fino al 27 aprile dunque è stata presa nel pomeriggio di mercoledì mentre il rettore era di ritorno da Bruxelles.

Nella giornata di ieri è avvenuto un incontro tra personale e docente i quali insieme ai rappresentanti sindacali hanno discusso sull’accaduto cercando di prendere una soluzione e chiedendo nello specifico la chiusura della struttura. “Ci sembra l’unica soluzione che permetta un un primo e urgente intervento di messa in sicurezza di tutte le situazione rilevate dagli ispettori e il ripristino delle elementari condizioni di sicurezza di tutti gli ambienti. Con la restituzione di quella necessaria serenità di cui studenti e lavoratori debbono poter beneficiare. Vogliamo che oltre a quanto chiesto dagli ispettori ci sia una verifica su tutti i termoconvettori non controllati e campionati e che per analogia potrebbero presentare al loro interno materiale contaminante”, questo quanto dichiarato dai rappresentanti sindacali attraverso una nota.

“L’Università di Torino, che ha da tempo affidato all’Arpa Piemonte la mappatura dell’eventuale presenza di amianto nelle sedi universitarie, in attesa delle osservazioni conclusive a cura dell’ente e a seguito del verbale dell’Asl To1 del 15 aprile 2015 che ha prescritto il divieto di uso di alcune aree di Palazzo Nuovo, dispone prudenzialmente la chiusura temporanea dell’intera sede di Palazzo Nuovo da domani, venerdì 17 aprile 2015, ore 15, fino a tutto venerdì 24 aprile 2015. La decisione è finalizzata a svolgere e a rendere più facile ed efficace il completamento dei sopralluoghi per provvedere agli eventuali interventi necessari. Domani i direttori delle strutture interessate saranno presenti a Palazzo Nuovo per coordinare, con il supporto degli uffici, le operazioni di chiusura e per riprogrammare le attività previste nel periodo di chiusura. Saranno altresì fornite specifiche informazioni per il personale e per l’utenza”, questo quanto si legge in un comunicato ufficiale diramato dall’Ateneo Torinese nella giornata di ieri. 

Condividi