Usa, Giovanni Lo Porto ucciso in raid, Obama assicura un risarcimento alle famiglie

202

E’stato ucciso l’ostaggio italiano Giovanni Lo Porto scomparso nel gennaio 2012 ed ucciso nel corso di un raid americano contro Al Qaeda compiuto a gennaio al confine tra Pakistan e Afghanistan.L’annuncio è stato dato dalla Casa Bianca; nell’operazione è rimasto ucciso anche un americano Warren Weinstein.Giovanni Lo Porto era stato a Palermo a trovare i suoi familiari appena dieci minuti prima del sequestro che ricordiamo è avvenuto il 19 gennaio 2012. La sua famiglia vive in una palazzina nel quartiere Brancaccio di Palermo,mentre il padre Vito lavora a Pistoia con uno dei cinque figli. Al momento del sequestro del quarantenne la famiglia decise di un rilasciare alcuna dichiarazione, chiedendo silenzio ai giornalisti.Il Presidente degli Stati Uniti d’America appresa la notizia ha dichiarato:“Voglio esprimere le più profonde condoglianze alla famiglia di Giovanni Lo Porto e a quella di Warren Weinstein.

E’ un giorno in cui si rafforzano i legami tra Stati Uniti e Italia, due Paesi che condividono gli stessi valori. L’impegno di Lo Porto riflette l’impegno nel mondo dell’Italia, nostra alleata e amica”. «Voglio esprimere la vicinanza mia e del governo alla famiglia di Giovanni Lo Porto.Il mio cuore pensa innanzitutto a quella famiglia la cui dignità è emersa ancora oggi con grande evidenza e soprattutto alla mamma, perchè la perdita di un figlio è un dolore che non ha alcun tipo di spiegazione» ha invece dichiarato il Premier Matteo RenziObama, inoltre, ha anche assicurato che le autorità americane pagheranno un risarcimento ad entrambe le famiglie dei due ostaggi di Al Qaida uccisi in un raid Usa.

Condividi