Vajont Premeditato: non è stato un incidente.

1177

Vajont Premeditato- Non sarebbe stata una tragedia voluta dal caso ma qualcosa di premeditato

Vajont Premeditato l’incidente che ha ucciso 1900 persone, quasi 50 anni fa, ecco le dichiarazioni di una Testimone rilasciate sul Gazzettino di Venezia.


Francesca Chiarelli, figlia di un notaio, racconta come nella sede dello studio del padre qualche giorno prima della tragedia si fossero riuniti dei dirigenti della Sade, la società proprietaria della diga.

Ma nel bel mezzo delle azioni di compravendita di un terreno ecco venir fuori un discorso riguardante un’inondazione premeditata che non avrebbe causato danni, almeno stando ai calcoli effettuati, un’inondazione prevista per le 10 di sera tra il 9 e il 10 ottobre di quell’anno

 A quell’ora saranno tutti davanti alla tv, e non ci disturberanno, non se ne accorgeranno nemmeno. Avvisare la popolazione? Per carità. Non creiamo allarmismi. Abbiamo fatto le prove. Le onde saranno alte al massimo 30 metri, non accadrà niente, e comunque per quei quattro montanari in giro per i boschi non è il caso di preoccuparsi troppo

Il notaio Chiarelli, che avendo assistito alla conversazione, cominciò a ricevere minacce e ad essere emarginato per via delle dichiarazioni e delle accuse mosse contro i proprietari, nessuno però ha mai creduto a quanto il notaio ha raccontato, quella sera dell’ottobre del 1963, 270 milioni di metri cubi di roccia e acqua investirono alla velocità di oltre 100km orari i borghi sottostanti la diga, furono 1900 i morti.

Condividi