Vercelli:parroco arrestato per violenza sessuale sui minori, in cambio di ricariche telefoniche e denato

353

Altro parroco finito nei guai, in quanto avrebbe approfittato dell’abito da sacerdote e della sua posizione di direttore dell’Istituto Don Bosco per abusare sessualmente di minorenni. La vicenda è avvenuta a Vercelli, ed il parroco in questione è del Sacro Cuore di Gesù di Vercelli, ovvero Don Massimo Iuculano, arrestato nella giornata di ieri dalla Polizia per violenza sessuale aggravata. Don Massimo Iuculano era il direttore dell‘Istituto professionale Cnos-Fap di Vercelli gestito dai Saleniani e sembra essere stato scoperto ed incastrato dalle innumerevoli denunce effettuate dalle vittime. Tra le sue presunte vittime ci sarebbe un giovane di 14 anni e due 17enni stranieri costretti ad avere rapporti sessuali con lo stesso Don Massimo; purtroppo da quanto emerso il numero delle vittime non si riduce a 2 ma secondo la ricostruzione della Questura Don Iaculano intratteneva rapporti con diverse persone, maggiorenni e minorenni con cui organizzava incontri a scopo sessuale.

Dopo una serie di segnalazioni avvenute da parte dei frequentatori dell’oratorio Belvedere sono state avviate una serie di indagini coordinate dalla Procura; Iuculano è stato così pedinato e controllato a lungo e ripreso dalle telecamere le sue conversazioni telefoniche e all’interno della parrocchia sono state intercettate anche una serie di sedute di massaggi. Gli incontri sarebbero avvenuti all’interno della Chiesa ma anche all’interno della sua automobile. In cambio dei rapporti sessuali, il parroco offriva ricariche telefoniche, scarpe da calcio e talvolta anche denaro. Il parroco adesso è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravvato dall’aver commesso il fatto all’interno di un istituto di istruzione e di favoreggiamento della prostituzione minorile. 

Condividi