Vertice UE sulla questione migranti: triplicati fondi per Triton e Poseidon

213

Convocato d’urgenza il vertice europeo straordinario dedicato all’emergenza immigrazione che ha deciso di triplicare i fondi destinati alle missioni Triton e Poseidon. Il Presidente Hollande nel corso della riunione ha espresso la decisione di essere disposto ad accogliere in Francia tra i 500 ed i 700 profughi siriani e nel contempo annuncia che chiederà all‘Onu l’autorizzazione di interventi di distruzione delle navi dei trafficanti. Intervenuta anche la cancelliera Merkel la quale al termine del vertice ha dichiarato quanto segue: “Per oggi non è stata stabilita nessuna cifra sul numero dei rifugiati che l’Ue è pronta ad accogliere.Vogliamo sviluppare procedure per la redistribuzione dei rifugiati in tempi di emergenza con un progetto pilota.E’ possibile una strada diversa da Dublino ma dipende anche dalla forza economica di un paese”.

Dunque Triton come Mare Nostrum ed a questo riguardo, il Presidente della Commissione europea Jean Claude Junker ha precisato che la triplicazione dei fondi per Triton porta il bilancio dell’operazione europea a 1200 milioni di euro come era del resto il bilancio di Mare Nostrum. “Non c’è nessun limite, né giuridico, né geografico, affinché Triton faccia le operazione di ricerca e salvataggio”,ha dichiarato Tusk.Mentre riguardo i limiti territoriali Angela Merkel ha indicato che esistono differenze di vedute tra i partner ed a tal proposito ha dichiarato: “Sono stata io a sollevare la questione della portata di Triton e dell’area di intervento, e ho notato che c’è una comprensione molto diversa di quello che Triton può fare tra i vari Stati membri. Saranno gli esperti e i legali a valutare”. 

Condividi