Vicenza, truffato anziano disabile: tutori bruciano 250 mila euro

364

VICENZA – Una coppia di coniugi è accusata di circonvenzione di incapace aggravata: avrebbero speso i risparmi dell’anziano disabile di cui erano tutori per vestiti, regali, e cena, prelevando 20 mila euro ogni 2 o 3 mesi

IL PROCESSO – Come riportato sulle pagine de Il Giornale di Vicenza, a rispondere delle pesanti accuse in tribunale il prossimo autunno saranno una coppia di coniugi M. B., 67 anni, residente a Monticello Conte Otto e la moglie A. S., 65, di Pesaro.

I TUTORI – I due furono i tutori legali – dal 2010 al 2013 – del pensionato affetto da oligofrenia e da un grave ritardo mentale e cognitivo. In quel periodo l’uomo oltre a ricevere una pensione di 1.500 euro al mese, aveva avuto una corposa eredità e incassato anche 220 mila euro dalla vendita di una casa a Velo D’Astico.

SOLDI SPARITI – Soldi spariti velocemente dal conto del disabile. Secondo l’accusa marito e moglie avrebbero fato una vita agiata a spese del loro assistito, sperperando oltre 250 mila euro in pochi anni.

Condividi