WhatsApp: i trucchi che sbloccano le funzioni più nascoste

926

WhatsApp è l’app di messaggistica più utilizzata al mondo, ma ha anche diverse limitazioni. Ci sono però tantissimi trucchi per utilizzarla meglio e fare cose impensabili come inviare file musicali, usare temi personalizzati, programmare l’invio dei messaggi, evitare di pagare l’abbonamento annuale, usarla senza numero di cellulare anche su dispositivi senza SIM e tantissimo altro ancora.

 Di seguito abbiamo raccolto 30 imperdibili trucchi per usare WhatsApp in modo non convenzionale e sbloccare tutte quelle funzioni che hai sempre desiderato.

ABBONAMENTO A COSTO ZERO

WhatsApp è gratuito per il primo anno, poi bisogna pagare un abbonamento di 0,89 euro all’anno. C’è però chi riesce a rinnovare gratuitamente l’abbonamento senza sborsare un centesimo. Affinché funzioni, l’abbonamento dello smanettone deve scadere tra meno di 30 giorni e lo stesso deve aver ricevuto la notifica da WhatsApp che la scadenza è prossima. Lo smanettone scarica Wassapp. Spegne il telefonino sul quale ha installato WhatsApp e avvia Wassapp sul PC. Inserisce il proprio numero di cellulare col prefisso internazionale dell’Italia (39) e in Password digita l’IMEI del telefonino. Non è necessario che sia l’IMEI reale del cellulare: lo smanettone ne inserisce uno a caso; basta che sia composto da 15 cifre e che le prime due siano 35. Seleziona, quindi, l’opzione Old WhatsApp e clicca su Login. Riceverà un messaggio di errore, ma lo smanettone non ci fa caso. Dopo aver riavviato il telefonino potrà verificare che il suo abbonamento è stato rinnovato per un anno.

DOPPIA SPUNTA BLU, ADDIO!

Uno degli ultimi aggiornamenti di WhatsApp ha introdotto la notifica di lettura attraverso la doppia spunta blu. Se hai un dispositivo Android, però, puoi leggere i messaggi senza farlo sapere a chi te li ha inviati. È necessario installare l’ultima versione di WhatsApp. Avviamo il browser dello smartphone sul sito www.whatsapp.com/android e dicchiamo sul pulsante Download Now per scaricare il file .apk. Spostiamoci in Impostazioni e nella sezione Sicurezza abilitiamo l’opzione Origini Sconosciute. Andiamo nella cartella in cui abbiamo salvato il file WhatsApp.apk e tocchiamolo per installarlo. Installata l’ultima versione di WhatsApp, andiamo in Impostazioni/Account/Privacy e togliamo il segno di spunta dalla voce Read receipts (Conferme di lettura).

SPEDIRE FILE EXTRALARGE

Con WhatsApp è possibile inviare solo foto, video e messaggi vocali. Inoltre, le immagini vengono compresse per consumare meno banda: chi le riceve, quindi, non le avrà a risoluzione piena. C’è pero un modo per inviare immagini in alta risoluzione o spedire qualsiasi tipo di file fino a una dimensione massima di 150 MB. Per farlo, sia il mittente che il destinatario devono installare sul dispositivo Android l’app gratuita WaSend, scaricabile dal Play Store. Quando si vuole inviare un file, basta avviare WaSend, cliccare Aggiungi, selezionare il file, premere Invia e selezionare il destinatario. Il file verrà nascosto all’interno di un falso video. Chi lo riceve non dovrà fare altro che tapparci sopra per aprirlo.

1
2
3
4
5
6
Condividi